Published: Sat, January 13, 2018
World | By Paul Elliott

Trump ei Paesi "cessi", l'Onu si arrabbia

Trump ei Paesi

"Sono affermazioni che disonorano il celebrato credo americano e il rispetto per la diversita' e la dignita' umana", ha dichiarato la rappresentanza dell'Unione Africana presso la Nazioni Unite, dopo una riunione d'emergenza sulle parole di Trump.

Il presidente statunitense Trump si chiede "perché gli Usa dovrebbero avere tutta questa gente che arriva da questi cesso di Paesi?" e scatena immediate polemiche. Lo riporta il Washington Post. Un passo indietro che però non ha convinto nessuno.

Il presidente degli Usa, secondo quanto riportato dal WP, si sarebbe reso protagonista di una frase infelice sugli immigrati, pronunciata nello Studio Ovale di fronte ad alcuni parlamentari. E volevano che andassi a tagliare il nastro? Lo scorso giugno avrebbe infatti detto che i 15mila haitiani arrivati negli Stati Uniti nel 2017 "hanno tutti l'Aids".

La casa Bianca ribatte tramite il suo portavoce Raj Shah: "Alcuni politici a Washington scelgono di combattere per paesi stranieri, ma il presidente combatterà sempre per gli americani".

"Ignorante e razzista". Cosi' Hillary Clinton su Twitter commenta le parole di Donald Trump sugli immigrati da Haiti.

Entrambe dichiarazioni, comunque, smentite dalla Casa Bianca. Trump ha spiegato in un Tweet di avere preso la decisione a causa del suo disappunto nei confronti del suo predecessore Barack Obama, il quale avrebbe venduto l'attuale ambasciata per "noccioline", per costruirne una da 1,2 miliardi di dollari.

Like this: